PREMI FEDELTA' AL LAVORO NELL'EDILIZIA, 26a EDIZIONE - 2011


Sabato 14 gennaio 2012, a Verbania, presso l'aula magna della Scuola di Formazione Allievi di Polizia Penitenziaria, si è svolta 26a edizione della cerimonia di consegna dei premi di fedeltà al lavoro nell'edilizia.
Questo evento, che ha chiuso idealmente la serie di iniziative poste in atto dalla Cassa Edile per celebrare il suo 50° anniversario dalla fondazione, ha visto premiati 196 lavoratori, che hanno maturato un'anzianità  di lavoro nel settore edile che per 9 di loro ha raggiunto i 40 anni, per 30 i 35 anni, per 47 i 30 anni, per 54 i 25 anni e per 56, infine, i 20 anni. 
 La manifestazione si è aperta con gli interventi di saluto del Prefetto Vicario Michele Basilicata, del Presidente della Provincia Massimo Nobili e dell'Assessore Luigi Airoldi in rappresentanza del Comune di Verbania. Sono seguite le relazioni del Presidente della Cassa Edile Domenico De Giovannini, del Vicepresidente Luca Bartolini, e dei rappresentanti nazionali delle parti sociali, Giuseppe Acquafredda, dell'Area Relazioni Industriali dell'ANCE, e Franco Turri, Segretario nazionale della Filca Cisl. Hanno poi portato il loro saluto Rino Porini, Presidente dell'ANCE VCO, e Giuliano Nicola, rappresentante nazionale degli edili di Confartigianato. Questa occasione di festa, ha dunque rappresentato anche un momento di inconto tra tutti i soggetti che operano nel settore, imprenditori e lavoratori, rappresentanti territoriali e nazionali delle associazioni datoriali e delle organizzazioni sindacali, e questo, di fronte agli ospiti istituzionali e sfruttando la visibilità mediatica che l'evento ha dato alla Cassa Edile, ha consentito di proporre una approfondita analisi sullo stato dell'edilizia e sulle sue prospettive future.  
 
Come era inevitabile, la grave situazione di difficoltà in cui versa il settore è stata al centro di tutti gli interventi. I relatori, oltre naturalmente a complimentarsi con i lavoratori premiati sottolineandone l'impegno e la dedizione, hanno posto l'accento sulla crisi che negli ultimi tre anni ha attaccato il settore, ribadendo le proposte concrete che in modo unitario, attraverso il Manifesto degli Stati Generali delle Costruzioni, il settore stesso ha avanzato per favorire la sua ripresa, che coincide anche inevitabilmente con l'interesse generale, considerata la straordinaria importanza che l'edilizia ha sempre avuto per l'economia nazionale, rappresentando da sola il 12% del PIL italiano e considerati gli effetti virtuosi che ha sempre generato attraverso l'indotto. In attesa di risposte concrete, l'esempio offerto dai lavoratori premiati ed il riconoscimento dell'importanza del ruolo della Cassa Edile, soprattutto come insostituibile elemento di garanzia per l'integrale applicazione degli accordi contrattuali e di soggetto designato per la verifica della regolarità di tutti coloro che operano nel settore, sono stati individuati quali punti fermi dai quali ripartire per l'auspicato rilancio del mondo edile. La manifestazione si è conclusa con un pranzo presso la Sala degli Specchi della Scuola, curato dal ristorante Gattabuia, a conferma anche della vocazione sociale della Cassa Edile e della sua attenzione per le meritevoli iniziative che proprio in ambito sociale sono presenti nel territorio. La Cassa Edile ringrazia Enzo Sillo per l’insostituibile contributo di idee e per il lavoro organizzativo svolto per la buona riuscita della manifestazione. 
Ringrazia inoltre, in particolare nella persona dell’Ispettore Giuseppe Sole, la Scuola Formazione Allievi di Polizia Penitenziaria per la disponibilità e l’accoglienza riservate a questa iniziativa. Non da ultimo, il ringraziamento al Ristorante Sociale Gattabuia ed in particolare alla Signora Cristiana Livraghi. A tutti loro la Cassa Edile da atto dell’unanime gradimento che la manifestazione ha registrato in ogni suo aspetto.

L’appuntamento per la 27a edizione dei premi fedeltà è fissato per il 2013.


Immagini